Ci sono delle operazioni che devi assolutamente fare prima di partire per il mare, la montagna o in generale per le vacanze. Oltre alla pressione delle gomme, è necessario monitorare anche i freni. Si tratta di una cosa molto importante per mettere in sicurezza non solo la tua vita, ma anche quella dei cari e degli altri automobilisti. In questo articolo, quindi, ti spieghiamo quando controllare i freni della tua auto.

I freni dell’auto a tamburo e a disco

I sistemi frenanti possono essere a tamburo o a disco. Nel primo caso sono basati su una componente cilindrica che rotea e che si chiama appunto tamburo. La rotazione di quest’ultimo è bloccata dalle ganasce presenti ai lati. L’alternativa è rappresentata da un disco che viene frenato da pinzette che reggono le pastiglie.

Sia dal punto di vista tecnico sia da quello dell’esperienza di guida, le differenze non sono ravvisabili. In entrambi i casi la pressione esercitata sul pedale viene trasferita, tramite il liquido dei freni, alle ganasce o ai dischi che inducono l’arresto della vettura. Per rispondere alla tua domanda: “quando controllare i freni”? Periodicamente. E soprattutto prima di un lungo viaggio.

Controllo dell’usura dei freni

Il controllo periodico dei freni rientra quindi nella to do list da fare. Anche se non devi partire, è importante:

  • le pastiglie anteriori dei freni dovrebbero, anzi, devono essere controllate ogni 10000 km e devono essere cambiate dopo 40000 km.
  • i dischi devono essere cambiati dopo 80.000 km, oppure dopo il secondo cambio delle pastiglie
  • i freni a tamburo posteriori hanno una usura stimata tra gli 80.000 km e i 140.000 km. Raggiunta questa soglia diventa obbligatorio sostituirli. Per quanto riguarda, invece, le ganasce, il cambio deve avvenire dopo i 30.000 km.
  • Non bisogna trascurare il liquido dei freni. Se il livello è insufficiente, i pericoli aumentano in maniera esponenziale, perché l’auto potrebbe non frenare. Solitamente l’abbassamento del liquido dei freni può essere dovuta a perdite causate dall’eccessivo consumo delle pastiglie.

Se avverti anomalie come rumori, vibrazioni oppure l’accensione della spia del “freno a mano”, devi recarti in officina. Quale? Beh, la nostra.